C.V.

 

Curriculum di Tonnie Huijzendveld (Arnoldus),

specialista in geoarcheologia e pedologia: pubblicazioni, lavori eseguitiattività  didattica.

Laureata all’Università  di Amsterdam (Paesi Bassi), nel 1973, in Geografia Fisica, con specializzazione in pedologia, chimica e fisica del suolo, e che dal 1979 lavora nel campo della Geoarcheologia, principalmente in Italia.

PUBBLICAZIONI

  • in preparazione: “Inquadramento geologico e paleoambientale dell’area”, in: “Edizione dello scavo di San Genesio”, a cura di F. Cantini.
  • 2017: “The Lower Tiber valley, environmental changes and resources in historical times”, P.C.A., european journal of postclassical archaeologies, volume 7, pp. 173-199.
  • 2017: “Peasant Agricultural Strategies in Southern Tuscany: Convertible Agriculture and the Importance of Pasture”, con Kim Bowes, Anna Maria Mercuri, Eleonora Rattigheri, Rossella Rinaldi, Mariaelena Ghisleni, Cam Grey, Michael MacKinnon, Emanuele Vaccaro; in: T.C.A. de Haas, G.W. Tol (a cura di) “The Economic Integration of Roman  Italy, Rural Communities in a Globalzing World”, Brill , Leiden/Boston, pp. 170-199.
  • 2016: “Predictivity – Postdictivity: a Theoretical Framework”, con Citter C., Pizziolo G.; in S. Campana, R. Scopigno, G. Carpentiero, M. Cirillo (Eds.), “Keep the revolution going”. Proceedings of the 43rd Annual Conference on Computer Applications and Quantitative Methods in Archaeology, Siena 30 March – 3 April 2015, Oxford, pp. 593-598.
  • 2016: “Aspects of the landscape environment of Rome in antiquity; changes of landscape, shift of ideas.”; in “Le regole del gioco, tracce, archeologi, racconti; studi in onore di Clementina Panella”, a cura di Antonio F. Ferrandes e Giacomo Pardini; Lexicon Topographicum Urbis Romae, Supplementum VI, Edizioni Quasar, pp. 177-202. (su Academia)
  • 2015:  “Palaeoenvironment and land-use of Roman peasant farmhouses in southern Tuscany”; con Kim Bowes, Anna Maria Mercuri, Eleonora Rattigheri, Rossella Rinaldi, Mariaelena Ghisleni, Cam Grey, Michael MacKinnon, Emanuele Vaccaro. Plant Biosystems, An International Journal Dealing with all Aspects of Plant Biology: Official Journal of the Società Botanica Italiana, 149(1): 174-184. DOI: 10.1080/11263504.2014.992997. (su Academia)
  • 2015: “Familiarity, Repetition, and Quotidian Movement in Roman Tuscany”, con Cam Grey, James R. Mathieu, Andrea Patacchini, Mariaelena Ghisleni; Journal of Mediterranean Archaeology 28.2 (2015) 195-219, ISSN (Print) 0952-7648, ISSN (Online) 1743-1700, http://dx.doi.org/10.1558/jmea.v28i2.29531.
  • 2015: “Lo Scoglietto nel paleo-paesaggio della piana di Grosseto”, con  Carlo Citter; in “Diana Umbronensiss a Scoglietto, Santuario, Territorio e Cultura Materiale (200 a.C. – 550 d.C.)” a cura di Sebastiani A., Chirico E., Colombini M. e Cygielman M., pp. 1-11, Archaeopress Roman Archaeology 3. (su Academia)
  • 2015: “A complex relationship between human and natural landscape: a multidisciplinary approach to the study of the ancient saltworks in <Le Vignole-Interporto> (Maccarese, Fiumicino – Rome)”, con Maria Cristina Grossi, Sandra Sivilli, Alessandra Facciolo, Maria Lucrezia Rinaldi, Daria Ruggeri, Cinzia Morelli; in “Archaeology of Salt. Approaching an invisible past”, a cura di Robin Brigand & Olivier Weller, Sidestone Press, pp. 83-101. (su Academia) (l’intero volume è consultabile qui)
  • 2015: “Il paleoambiente di Monte Giulio e della parte nord-orientale del bacino portuale di Claudio.”, con Patrizia Turi e Cinzia Morelli; http://www.fastionline.org/docs/FOLDER-it-2015-324.pdf. Link to Ostia & Portus page.
  • 2014: “Ostie et l’embouchure du Tibre”. Chronique des activités archéologiques de l’École française de Rome, 2014, con Ferréol Salomon, Jean-Philippe Goiran, Elisa Pleuger, Ilaria Mazzini, Alessandra Ghelli, Giulia Boetto, Paola Germoni, Chronique des activités archéologiques de l’École française de Rome, DOI : 10.4000/cefr.1062https://cefr.revues.org/1062.
  • 2014: “Le dinamiche evolutive dell’ambiente costiero e del Tevere”; in Caravaggi L., Morelli C. “Paesaggi dell’archeologia invisibile. Il caso del distretto Portuense”, Quodlibet, Macerata, pp. 72-89.
  • 2014: “Site location and resources exploitation: predictive models for the plain of Grosseto”, con Carlo Citter, Archeologia Medievale XLI, pp. 65-78. (su Academia)
  • 2013: “Verso una metodologia condivisa per l’analisi del paesaggio antico: il progetto Valle del Tevere.”; con Augusto Palombini, Eva Pietroni, Fabio Remondino,Valentina Sanna, Sara Zanni. ARCHEOFOSS 2012. In: Archeologia e Calcolatori, Supplemento 4, 2013, pp. 104-111 (su Academia)
  • 2013: “Back into Pleistocene waters: The narrative museum of Casal De’ Pazzi (Roma)”, con A.Palombini, M. Di Ioia, P. Gioia, C. Persiani, S. Pescarin. Archaeology in the Digital Era,  Volume II, pp. 57-65, Proceedings of the CAA Conference, Southampton, 29-30 Marzo, 2012. (su Academia)
  • 2013: “Tiber Valley Virtual Museum: 3D landscape reconstruction in the Orientalising period, North of Rome. A methodological approach proposal”; con Eva Pietroni, Augusto Palombini, Marco Di Ioia e Valentina Sanna. Full paper, in Digital Heritage International Congress Proceedings 2013, IEEE Advanced Technology of Humanity, ISBN: 978-1-4799-3169-9, Marseille France; Vol II pp. 223-330. (su Academia)
  • 2013:  “Predicting site location through cost surfaces. A case study and a proposal”, con Citter C., Maccani C., in Opening the Past 2013, Archaeology of the Future, Pisa 13-14-15/06/2013, pp. 5-10. (su Academia).
  • 2013: “Excavating the Roman peasant II: excavations at Case Nuove, Cinigiano (GR)”, con Emanuele Vaccaro, Mariaelena Ghisleni, Cam Grey, Kim Bowes, Michael MacKinnon, Anna Maria Mercuri, Alessandra Pecci, Miguel Angel Cau Ontiveros, Eleonora Rattigheri e Rossella Rinaldi. Papers of the British School at Rome, 81, pp 129-179, doi:10.1017/S006824621300007X.
  • 2013: A thin basis. The Soil Landscape of Ebla and Tell Tuqan, in: “Ebla and its Landscape, Early State Formation in the Ancient Near East”, a cura di Paolo Matthiae e Nicola Marchetti, Left Coast Press Inc., pp. 324-333. (su Academia)
  • 2012: “The Virtual Museum of the Tiber ValleyProject”. Proceedings Arquaelogica 2,0, Siviglia 20-22 giugno 2011; con Marco Di Ioia, Daniele Ferdani, Augusto Palombini,Valentina Sanna, Sara Zanni, Eva Pietroni. (su Academia)
  • 2012: “New approaches to old issues: the application of predictive maps in archaeology. A case study: modelling the location of Grosseto’s salt works from 900 BC to AD 1200.”, con Carlo Citter; Medieval Settlement Research, 26, pp 1 -11. (su Academia)
  • 2012: “Medieval Dark Earth in an Active Alluvial Setting from the Uffizi Gallery Complex in Florence, Italy”, con Cristiano Nicosia, Roger Langohr, Florias Mees, Jacopo Bruttini & Federico Cantini. DOI: 10.1002/gea.21403. (su Academia)
  • 2011: “Excavating the Roman peasant: excavations at Pievina (GR)”, con Ghisleni M., Vaccaro E., Bowes K., MacKinnon M., Marani F., Papers of the British School at Rome, 79: 95-145.
  • 2011: Landscape development of the coastal plains of Rome and Grosseto between 20.000 and 3.000 years ago. In: Hidden Landscapes of Mediterranean Europe. Cultural and methodological biases in pre- and protohistoric landscape studies. Proceedings of the international meeting. Siena, Italy, May 25-27, 2007. Edited by Martijn van Leusen, Giovanna Pizziolo & Lucia Sarti, BAR International Series 2320, Archeopress, Oxford, 2011, pp. 161-169. (su Academia)
  • 2011: Il Porto di Claudio: nuove scoperte, con Cinzia Morelli & Alfredo Marinucci; in: Portus and its Hinterland, recent archaeological research, Simon Keay & Lidia Paroli (a cura di), Archaeological Monographs of the British School at Rome, pp. 47-65. (su Academia)
  • 2011: La topografia romana della Agro Portuense alla luce delle nuove indagini, con Cinzia Morelli, Andrea Carbonara, Viviana Forte & Maria Cristina Grossi; in: Portus and its Hinterland, recent archaeological research, Simon Keay & Lidia Paroli (a cura di), Archaeological Monographs of the British School at Rome, pp. 261-285.
  • 2011: Uso del suolo e sfruttamento delle risorse nella pianura grossetana nel Medioevo, verso una storia del parcellario e del paesaggio agrario; con Carlo Citter; Confronti – Artemide, 160 pp.
  • 2010: Archaeological investigations in the Torre Spaccata valley (Rome): human interaction with the recent activity of the Albano Maar, con P. Gioia, A. Celant, C. Rosa, R. Volpe;  in Funiciello, R., Giordano, G. (a cura di), The Colli Albani Volcano. Special Publications of IAVCEI. 3. pp. 353-380. Geological Society, London, 2010. (su Academia)
  • 2009: I Colli Albani: paesaggio e ambiente nella preistoria recente. In: Il Lazio dai Colli Albani ai Monti Lepini tra preistoria ed età  moderna, a cura di L. Drago Troccoli, L’Erma di Bretschneider, Roma, pp. 17-28. (su Academia)
  • 2009: “La viabilità  nel territorio portuense”, con Morelli C., Carbonara C. & Ceracchi C., in Atti del Convegno Suburbium II- Il Suburbio di Roma dalla fine dell’età  monarchica alla nascita del sistema delle ville (V-II sec. a.C.) (Roma 2005), pp. 599-619. (su Academia)
  • 2009: “I suoli della provincia di Latina, Carta, database e applicazioni”, con Perotto C., Sarandrea P., a cura della Provincia di Latina, Settore Pianificazione Urbanistica e Territoriale. Edizione Gangemini (scaricabile).
  • 2009: “L’ambiente naturale”. In: “Ricerche archeologiche italo-marocchine. Sidi Ali ben Ahmed – Thamusida, I”, a cura di Akerraz, A. e Papi, E., Roma, Quasar, pp. 1-24. (su Academia)
  • 2009: “Una lettura storica del paesaggio attuale: il territorio di Castel di Pietra tra Antichità  e Medioevo”, con Elisabetta Pozzuto. In: “Dieci anni di ricerche a Castel di Pietra, Edizione degli scavi 1997-2007″, a cura di Citter C. All’Insegna del Giglio, pp. 15 – 39. (su Academia)
  •  2009: “Gerarchia dell’insediamento e potenzialità di sfruttamentodelle risorse naturali nel territorio di Roselle-Grosseto:una proposta metodologica”, con Carlo Citter; in “Geografie del popolamento. Casi di studio, metodi e teorie”, ed. Giancarlo Macchi. Atti del convegno. Grosseto, 2008, 311-320. Siena: Edizioni della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena. (su Academia)
  • 2009: New radiocarbon data to study the history of roman and medieval Florence, con Fedi M. E., Cantini F., Bruttini J., Cartoccia A., Scire’, Calabrisotto C., in Nuclear Instruments and Methods in Physics Research B 268 (2010) pp. 1034–1037. (su Academia)
  • 2008: “L’evoluzione geo-ambientale degli ultimi 5.000 anni nell’area di Torre Spaccata”. In: Gioia P. (a cura di) “Torre Spaccata, Roma S.D.O. le indagini archeologiche”. Rubettino, pp. 29-54. (su Academia)
  • 2008: “Scelte insediamentali e ricostruzione dei paesaggi antichi in epoca pre-protostorica”, con Gioia P, Persiani C.. In: Gioia P. (a cura di) “Torre Spaccata, Roma S.D.O. le indagini archeologiche”. Rubettino, pp. 143-152. (su Academia)
  • 2008: “Evoluzione del paesaggio della fascia costiera di Roma”. In: Caravaggi L., Carpenzano O. (a cura di) “Interporto Roma-Fiumicino, prove di dialogo tra archeologia, architettura e paesaggio”. Alinea Editrice, pp. 43-48.
  • 2008: “Valorizzazione ambientale dei suoli non-urbanizzati”. In: Funiciello R, Praturlon A., Giordano G. (a cura di): “La geologia di Roma, dal centro storico alla periferia”, APAT, Servizio Geologico d’Italia, Vol. LXXX; S.E.L.C.A., Firenze, pp. 31-50. (su Academia)
  • 2008: “La carta del paesagggio e le sue applicazioni”. In: “Miranduolo in alta Val di Merse (Chiusdino -SI)”, a cura di Marco Valenti. All’Insegna del Giglio, pp. 301-308.
  • 2007: “Geologia e morfologia del lato orientale del Palatino” In: Françoise Villedieu, “La Vigna Barberini II: Domus, Palais Impérial e Temples, stratigraphie du secteur nord-est du Palatin”, Ecole Française de Rome, Soprintendenza Archeologica di Roma, pp. 393-401. (su Academia)
  • 2007: “Datazione U/Th di depositi carbonatici intercalati ai resti della via Portuense antica (Ponte Galeria, Roma): attribuzione storico-archeologica della strada e documentazione cronologica dell’attività  idrotermale del fondovalle tiberino”, con P. Tuccimei, M. Soligo, C. Morelli, A. Carbonara, M. Tedeschi e G. Giordano, www.fastionline.org/docs/FOLDER-it-2007-97.pdf.
  • 2007: “Le trasformazioni dell’ambiente naturale della pianura grossetana”. In: “Archeologia urbana a Grosseto. Origine e sviluppo di una città  medievale nella “Toscana delle città  deboli”. Le ricerche 1997 – 2005. Vol. I: la città  di Grosseto nel contesto geografico della bassa valle dell’Ombrone”, a cura di Carlo Citter & Antonia Arnoldus-Huyzendveld, Firenze, all’Insegna del Giglio.
  • 2007: “La carta delle Land Units del centro storico di Grosseto, ed alcune delle sue elaborazioni in chiave archeologica”. In: “Archeologia urbana a Grosseto. Origine e sviluppo di una città  medievale nella “Toscana delle città  deboli”. Le ricerche 1997 – 2005. Vol. II: edizione degli scavi urbani 1998-2005. Dall’insediamento stabile al grande cantiere mediceo (ca. 600 – 1625)”, a cura di Carlo Citter, Firenze, all’Insegna del Giglio, pp. 62-71.
  • 2007: “Radiocarbon dating in late-roman and medieval context: an archaeological excavation in the centre of Florence”, con Fedi M.E., Cartocci A., Manetti M., Taccetti F. In: Radiocarbon, 49 (2007), pp. 611-616. (su Academia)
  • 2007: “Tra terra e acqua: trasformazioni geo-ambientali”. In: Cantini F., Cianferoni C., Francovich R., Scampoli E. (a cura di), “Firenze prima degli Uffizi. Lo scavo di via de’ Castellani. Contributi per un’archeologia urbana fra tardo antico ed età  moderna”, Firenze, all’Insegna del Giglio, pp. 51-60. (su Academia)
  • 2007: Il paesaggio e l’ambiente della Campagna Romana nella preistoria recente. In: Atti del XL Riunione Scientifica dell’I.I.P.P., 30 novembre – 3 dicembre 2005, Firenze, pp. 569-573. (su Academia)
  • 2007: La capanna di Casale del Cavaliere (Roma) ed alcune riflessioni sulle strategie di insediamento nel territorio di Roma durante il Neo-eneolitico, con Gioia P., Carboni G., Boccuccia P., Remotti E. In: Atti del XL Riunione Scientifica dell’I.I.P.P., 30 novembre – 3 dicembre 2005, Firenze, pp. 509-520. (su Academia)
  • 2007: “Breve Nota sulla carta dei suoli di Latina”, in Appendice a: Perotto C., Alimonti C., Gazzetti C. & Marinucci E., Captazione e risorsa idrica nel bacino di Mazzocchio, Progetto Monitoraggio acque superficiali interne e costiere della Provincia di Latina, Gangemini Editore, pp. 110-113.
  • 2005: “Alcuni aspetti dell’ambiente olocenico del Parco Regionale della Maremma”, Università di Siena, Polo Universitario di Grosseto; http://www.lapetlab.it/testi/geoarcheologia_parco.pdf . (su Academia)
  • 2005: “The natural environment of the Agro Portuense”. In: “Portus, an archaeological survey of the port of imperial Rome”, a cura di Simon Keay, Martin Millett, Lidia Paroli & Kristian Strutt, the British School at Rome, pp. 14-30.
  • 2005: Interpretazione dei dati archeologici nella ricostruzione storica e ambientale del paesaggio suburbano: l’area di Centocelle nel suburbio sudorientale, con Rita Volpe. In: Roman villas around the urbs. Interaction with landscape and environment. Proceedings of a conference at the Swedish Institute in Rome, September 17-18, 2004. (su Academia)
  • 2005: Il paleoambiente storico di Grosseto, in: Lo scavo della Chiesa di S. Pietro a Grosseto, Nuovi dati sull’origine e lo sviluppo di una città  medievale, a cura di Carlo Citter, Edizioni all’Insegna del Giglio, Firenze 2005, pp. 59-68. (su Academia)
  • 2004: Elaborazioni GIS della Carta dei Suoli di Roma: Capacità  d’Uso e Protezione delle Acque”, con M. Degli Effetti, G. Modeo & G. Razzino – CartoGraphica, Supplemento al n. 45 di MondoGIS, n. 10 dicembre 2004.
  • 2004: “Nouvelles données sur le gisement Pleistocene moyen de La Polledrara di Cecanibbio (Latium, Italie)”; con A. P.Anzidei, M. R. Palombo, P. Argenti, L. Caloi, C. Lemorini, F. Marcolini & M. Mussi. In: Miscellanea en homenaje a Emiliano Aguirre, vol IV, Arqueologia, Madrid, pp. 20-29.
  • 2004: Scoprire resti fossili: un caso fortunato. In: Elefanti a Roma, a cura di P. Gioia. Palombi Editori.
  • 2004: “Geomorfologia e Suoli “; in: Centocelle I, Roma S.D.O. le indagini archeologiche, a cura di Patrizia Gioia e Rita Volpe. Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma, Rubbettino, pp. 177-183. (su Academia)
  • 2004: L’evoluzione ambientale della Bassa Valle Tiberina in epoca storica. In: Serlorenzi M., Amatucci B., Arnoldus-Huyzendveld A., De Tommasi A., Di Giuseppe H., La Rocca C., Ricci  G., Spagnoli E.: Nuove acquisizione sulla viabilità  dell’Agro Portuense. Il rinvenimento di un tratto della via Campana e della via Portuense. Bollettino della Commissione Archeologica Comunale di Roma, 105 pp. 97-102.
  • 2003: “La Polledrara di Cecanibbio (Roma): one of the richest Elephas (Palaeloxodon) antiquus sites of the late Middle Pleistocene in Italy” ; con Maria Rita Palombo & Anna Paola Anzidei – in: Reumer, J.W.F., De Vos, J. & Mol, D. (eds.) – ADVANCES IN MAMMOTH RESEARCH (Proceedings of the Second International Mammoth Conference, Rotterdam, May 16-20 1999) – DEINSEA 9: 317-330 [ISSN 0923-9308].
  • 2003: I suoli di Roma: due passi sulle terre della città; Carta dei Suoli del Comune di Roma in scala 1:50.000 con Note Illustrative. Comune di Roma, Dip.to X  IIA,  U.O. Sviluppo Sostenibile. (su Academia)
  • 2002: La carta della probabilità  archeologica;  in: Le dune, il lago, il mare, una comunità  di villaggio dell’età  del Rame a Maccarese, a cura di Alessandra Manfredini, pp. 22-3, Origines, Roma.
  • 2001: “Distribution in space and time and analysis of preservation factors of the Pleistocene deposits”; con Francesco Zarlenga, Patrizia. Gioia & Maria Rita Palombo; in: Atti del I Congresso Internazionale “La Terra degli Elefanti”, tenutosa a Roma 16-20 ottobre 2001, pp. 10-17. (su Academia)
  • 2001: “Natural environment: geomorphological features and lithic resources”; con Claudio Caputo & Franco Pugliese; in: Atti del I Congresso Internazionale “La Terra degli Elefanti”, tenutosa a Roma 16-20 ottobre 2001, pp. 27-33. (su Academia)
  • 2000: “Geologia del Colle Oppio ed ipotesi sulla morfologia pre-traianea”; in: Volpe R. 2000 – “Paesaggi urbani tra Oppio e Fagutal “; Mélanges de l’Ecole Française de Rome, Antiquità, tome 112, pp. 529 – 537.
  • 2000: “I suoli del Lodigiano ” ; con Antonio di Gennaro; Progetto ” Carta Pedologica ” ERSAL Lombardia, vol. 30.
  • 2000: “Alba Longa, the “sunlit ridge” still visible today. Hypothesis on the location of Alba Longa on the western crater rim of the Albano Lake, based upon the observed light belt cast there soon after sunrise.” in Archeologia w teoria e w praktyce, Warscaza (Polonia), pp. 325-344
  • 2000: “The Planosols of the ” Old Dunes ” of Castel Porziano: a rare soil type for Italy and for Europe”; con Giuseppe Gisotti; in Memorie descrittive della Carta Geologica d’Italia, vol. LIV, Atti del II Convegno Internazionale, tenutosi a Roma, maggio 1996, sulla Conservazione del Patrimonio Geologico: Geotopi, Esperienze Internazionali e Italiane; pp. 193-197.
  • 2000: “Traces of historical landscapes preserved in the coastal area of Rome”; con Angelo Pellegrino; in Memorie descrittive della Carta Geologica d’Italia, vol. LIV, Atti del II Convegno Internazionale, tenutosi a Roma , maggio 1996, sulla Conservazione del Patrimonio Geologico: Geotopi, Esperienze Internazionale e Italiane; pp. 219-226. (su Academia)
  • 2000: collaborazione, per gli aspetti pedologici, al Rapporto su Suolo e Sottosuolo della Provincia di Roma.
  • 1999: “Piana di Maccarese: dati e materiali da un sito costiero dell’età  del Bronzo”; con Mario Mineo & Paola Pascucci. In Bollettino Comunale di Roma.
  • 1999: “Le Scienze della Terra e l’Archeologia, alcune riflessioni sulla Geoarcheologia”; in La Villa di Nerone e la costa di Anzio, Miscellanea VIII, pp. 17-21, Ist. Poligrafico e Zecca dello Stato.
  • 1999: “Nota preliminare sull’interpretazione di Alba Longa come dorsale illuminata dal sole; una ipotesi basata sulla visibilità , poco dopo l’alba, di una fascia soleggiata sul margine occidentale del cratere di Albano”; in Documenta Albana, II serie n. 21, pp. 25-42, Museo Civico di Albano.
  • 1999: “Two Middle Pleistocene sites near Rome (Italy): La Polledrara di Cecanibbio and Rebibbia – Casal De’ Pazzi”; in The role of early humans in the accumulation of European lower and middle Palaeolithic bone assemblages, Atti del Convegno tenutosi a Mainz, 1995; con Anna Paola Anzidei, Cristina Lemorini, Lucia Caloi e Maria Palombo.
  • 1998: “Przeplyw informacji kontekstu spoleczno-kulturowego do archeologicznego”, in: -ZESZYTY Osrodka Ratowniczych Badan Archeologicznych, Serie A: Metodyka i Zagadnienia Prawne, 2A, pp. 77 – 128; traduzione in polacco di “The passage of information from the socio-cultural to the archaeological context; aspects of applied soil science and sedimentology”.
  • 1997: collaborazione, per gli aspetti pedologici, alla Relazione sullo Stato dell’Ambiente, Ministero dell’Ambiente
  • 1997: collaborazione, per gli aspetti pedologici, alla Relazione sullo Stato dell’Ambiente del Comune di Roma, Assessorato all’Ambiente.
  • 1997: “Il Paesaggio Geologico ed i Geotopi della Campagna Romana”, con A. Corazza, D. De Rita e F. Zarlenga; Comune di Roma, Dipartimento della Qualità Ambientale – ENEA, Dipartimento Ambiente; Fratelli Palombi Editore, Quaderni dell’Ambiente n. 5.
  • 1996: “Il Vertisuolo”, in: Rita Volpe (ed.): “Acqua Marcia. Lo scavo di un tratto urbano”, pp. 61-62; Edizioni All’Insegna del Giglio.
  • 1996: “Cures Sabini: Lo scavo, le strutture, la cultura materiale, le attivita’ economiche”; con Alessandro Guidi, Federico Bistolfi, Andrea Zifferero, Olga Colazingari, Maria Teresa Fulgenzi e Massimo Ruffo; in: Identita’ e Civilta’ dei Sabini, Atti del XVIII Convegno di studi etruschi ed italici, Rieti – Magliana Sabina, 30 maggio – 3 giugno 1993; pp. 143-204; Leo S. Olschki, Firenze
  • 1996: “Contexte pédologique”, allegato a: Margherita Mussi: “Problèmes récents et découvertes anciennes: la statuette de Savignano” in: Bulletin de la Société Préhistorique del l’Ariége, Tome LI, Année 1996.
  • 1996: “Preliminary Results of the Malafede Survey, 1990-1992″; con Patrizia Gioia, Mario Mineo e Paola Pascucci; in: Papers of the Fifth Conference of Italian Archaeology, Oxbow Monograph 41, pp. 47-56. (su Academia)
  • 1996: “Inquadramento geologico e geomorfologico della valle del Colosseo”, con Clementina Panella; in Meta Sudans I, pp. 9-25; Editore: Clementina Panella; Soprintendenza Archeologica di Roma, Universita’ degli studi di Roma “La Sapienza”.
  • 1995: “The passage of information from the socio-cultural to the archaeological context; aspects of applied soil science and sedimentology; in: -Theory and Practice of Archaeology, part II: Acquisition of field data at multi-strata sites; pp. 25-68. Editore P. Urbanczyk; Warszawa. (su Academia)
  • 1995: “I beni culturali a carattere geologico: i geotopi. Un approccio culturale al problema”; con Giuseppe Gisotti, Raniero Massoli-Novelli e Francesco Zarlenga; in: Geologia Tecnica & Ambiente, 4/95, pp. 35-48.
  • 1995: “Aspetti geologici e pedologici”; Allegato a: “Rinvenimento di un sistema di acquedotti in localita’ Malafede-Infermeria (Acilia)” di Bedello Tata M., Falzone S., Focagnolo S.; in Archeologia Laziale 1995 XII, pp. 437-438.
  • 1995: “Alcune considerazioni sullo sviluppo storico dell’ansa del Tevere presso Ostia”; con Lidia Paroli; in Archeologia Laziale 1995 XII, pp 383-392. (su Academia)
  • 1995: “Acquisizioni archeologiche e paleoambientali nell’area della Magliana”, con Claudio Catalli & Caterina Coletti; in Archeologia Laziale 1995 XII, pp 333-340.
  • 1995: “Pedologia” in: Anna Paloa Anzidei & Giovanni Carboni: “L’insediamento preistorico di Quadrato di Torre Spaccata (Roma) e osservazioni su alcuni aspetti tardo neolitici ed eneolitici dell’Italia centrale”; Origini, Preistoria e Protostoria delle Civiltà  antiche, XIX, Bonsignori editore.
  • 1995: “La Pedologia dei Romani”, in: Il suolo, Bolletino dell’Associazione Italiana dei Pedologi, n. 3, pp. 21-22. (su Academia)
  • 1994-1995: cura della parte pedologica degli inserti “I paesaggi geologici” (nn. II, III, V, VI) della rivista bimensile Verde Ambiente; cura della rubrica Suoloambiente nella rivista bimensile Verde Ambiente
  • 1994: “Monte Celio (Roma): situazione geopedologica e potenzialita’ agricola”, in: Caput Africae I, pp. 219-230; Editore: Carlo Pavolini.
  • 1993: “Settore A 1-7: ricostruzione ambientale”; in: Palatino, Vigna Barberini, Scavi e scoperte; Bollettino di Archeologia del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, 23 – 24, Settembre – Dicembre 1993
  • 1993: “Ricostruzione di un ambiente fluvio-palustre nella regione vulcanica di Roma (La Polledrara di Cecanibbio)”, con Anna Paola Anzidei; in Atti della XXX riunione scientifica dell’Istituto italiano di preistoria e protostioria: Paleosuperfici del Pleistocene e del primo Olocene in Italia, processi di formazione e interpretazione, Venosa ed Isernia 26-29 Ottobre 1991; pp. 151-165. (su Academia)
  • 1993: “Paleosuperficie esposta, concentrazione di industria litica e stratigrafia nella piana costiera di Maccarese (Roma)”; con Patrizia Gioia, Margherita Mussi, Patrizia Toniutti, Daniela Zampetti e Francesco Zarlenga; in Il Quaternario 6 (2), pp. 213-226. (su Academia)
  • 1992: “The Lower Palaeolithic site of La Polledrara di Ceccanibbio (Rome, Italy)”; con A. P. Anzidei.; in: -Papers of the IVth conference of Italian Archaeology – 1990- pp. 141-153.
  • 1992: “Per la difesa del suolo: il ruolo delle scienze della terra”; con G. Gisotti; in: Mondoperaio, no. 2, pp. XVII-XIX.
  • 1992: “Lo stato di conservazione delle ossa nelle necropoli di Osteria dell’Osa e di Castiglione”; in: La Necropoli Laziale di Osteria dell’Osa, a cura di Anna Maria Bietti Sestieri; Editore Quasar, pp. 193-198.
  • 1992: “Le scienze della terra e la conservazione del patrimonio storico-culturale”; in: -Professione Ambiente, no. 3, pp. 310-31.
  • 1992: “A systematic survey project in the Roman coastal area”; con P. Gioia & P. Pascucci; in: -Papers of the IVth Conference of Italian Archaeology -1990-, pp. 91-109. (su Academia)
  • 1991: “Il suolo: risorsa fondamentale della produzione agricola”; in -Informatica e Territorio-Mondoperaio, no. 2, pp. IX-XI.
  • 1991: “Analisi paleoambientale dei depositi “intrawurmiani” ed olocenici della Piana di Maccarese”; con C. Crovato & F. Zarlenga; pubbl. ENEA/ RT/ AMB/91/26 (su Academia)
  • 1990: “Cures Sabini: risultati della settima campagna di scavo”, con A. Giudi, F. Bistolfi, e A. Zifferero; in: Quaderni di Archeologia Etrusco-Italica, 19, Archeologia Laziale X, pp. 293-301.
  • 1990: “Analisi Paleoambientale dei depositi (Duna Rossa) contenenti Industria Musteriana (Roma)”; con B. Anselmi, F. Catalano, S. Milli & F. Zarlenga; pubbl. ENEA/ RT/AMB/90/39.
  • 1989: “Le gisement pleistocène de La Polledrara di Cecanibbio (Rome, Italie)”, con A.P. Anzidei, A. Angelelli, L.Caloi,   M.R. Palombo & A.G. Segre; in -L’Antropologie-.
  • 1988: “L’ influenza naturale nella stratificazione archeologica, un esempio dal Foro Romano”; con G. Maetzke; in Archeologia Medioevale, Vol. XV, pp. 125-175.
  • 1985: “Rimboschimento, Silvicoltura, Protezione del Suolo nella Provincia di Frosinone”, (parte pedologica); Editore Placido Martini; 1988: idem, per le provincie di Rieti, Viterbo and Latina.
  • 1984: “Lineamenti stratigrafici, morfologici e pedologici della fascia costiera dal Fiume Tevere al Fiume Astura (Lazio)”; con G. Dai Pra (ENEA); in -Geologica Romana-, no. 23.
  • 1984: “La Cartografia Tematica del Territorio”, con V. Valenti; 142 pag.; Editore Placido Martini.
    La prima elaborazione GIS della Provincia di Roma.
  • 1980: “La carta base nella pianificazione agricola: considerazioni sul carattere ed il significato della carta dei suoli”; in -Agricoltura L. Cl.-.

top

PRINCIPALI LAVORI ESEGUITI da Tonnie Huijzendveld (Arnoldus)

Consulenze geoarcheologiche

* A ROMA

Consulente dei seguenti scavi archeologici, spesso per più campagne di scavo:

          • Quadrato di Torre Spaccata
          • Castiglione
          • Via Laurentina
          • Mt. Celio
          • Fidene
          • Via Cavour
          • Foro Romano
          • Mt. Cispio
          • Meta Sudans
          • Crypta Balbi
          • La Polledrara
          • Casal Brunori
          • Valleranello
          • Ponte Nona
          • Campo Merlo
          • Magliana
          • Pt. Galeria
          • Arco di Costantino
          • Casale della Perna
          • Acilia
          • Infernetta
          • Mt. Palatino
          • Casal De’ Pazzi
          • Aniene
          • zona SDO
          • Foro di Nerva
          • villa dell’Auditorium
          • Casale del Cavaliere
          • Parco di Gabii
          • nuovo tratto metro “C”
          • Malafede-Via C. Colombo
          • Osteria del Curato
          • Acquedotto Maglianella
          • Colle Oppio
          • Fori Imperiali
          • Mausoleo di Augusto

* FUORI ROMA

Consulente dei seguenti scavi archeologici, spesso per più campagne di scavo:

          • Fiume Morto (Ostia)
          • “Trastevere Ostiense” (Ostia)
          • Tenuta Infermeria (Ostia)
          • Casalone del Sale (Ostia)
          • Pianabella (Ostia)
          • Saline (Ostia)
          • Porto di Traiano (Ostia)
          • Porto di Claudio (Ostia)
          • Fascia costiera a nord del Tevere (Ostia, Fiumicino)
          • Fregene (Fiumicino)
          • Via Portuense antica (Fiumicino)
          • Masseria Candelaro (Puglia)
          • Curino (Abruzzo)
          • Casale Nuova (Lazio)
          • Torre Mordillo (Calabria)
          • Cures (Etruria)
          • Piano delle Cinque Miglia (Abruzzo)
          • Cardellino (Gavignano, Lazio)
          • Ponte della Mola (Gavignano, Lazio)
          • Abruzzo centrale
          • Lago di Nemi (Lazio)
          • Ferento (Viterbo, Lazio)
          • “Mugilla” (Marino, Lazio)
          • Poggibonsi (Toscana)
          • Ribolla (Toscana)
          • Siena “duomo”
          • Firenze “Uffizi”
          • Firenze “Palazzo Vecchio”
          • San Miniato (Toscana)
          • Cinigiano (Toscana)
          • Selvena (Toscana)
          • Taranto (Puglia)
          • Ebla (Siria)
          • Thamusida (Marocco)
          • Creta (Grecia)

Cartografia tematica

 2011: per l’ACEA, Roma: Stesura della Carta Pedo-paesaggistica dell’area Reatina, in scala 1:100.000

2008-2012: per il Roman Peasants Project: Stesura della Carta Pedo-paesaggistica del Comune di Cinigiano (GR), in scala 1:25.000

2007: per l’ACEA, Roma: Stesura della Carta Pedo-paesaggistica dei Monti Sabatini, in scala 1:100.000

2004: per l’ACEA, Roma: Stesura della Carta Pedo-paesaggistica della parte centrale dei Monti Simbruini, in scala 1:100.000

2003: per la Provincia di Latina: Elaborazione dei dati pedologici della Provincia di Latina; rilevamento integrativo dei suoli della provincia, scala 1:50.000

2002: per l’ACEA, Roma: Stesura della Carta Pedo-paesaggistica della parte orientale della provincia di Roma, in scala 1:100.000

2001: per Bonifica S.p.a.: Collaborazione alla stesura del Piano del Parco del Pollino e rilevamento della Carta delle unità  pedopaesaggistiche in scala 1:50.000

2001: per l’European Soil Bureau (Ispra) con il Consorzio Soil Network Italia: Stesura della Carta Ecopedologica dell’Italia settentrionale in scala 1:250.000; revisione ed integrazione della Carta Ecopedologica dell’Italia Centro-meridionale con le isole

2001: per il Parco Naturale di Veio: Stesura della Carta delle unità  pedopaesaggistiche in scala 1:50.000

2000: per l’European Soil Bureau (Ispra): Esecuzione di 16 profili pedologici in aree Bioitaly del Lazio; consulente all’esecuzione di altri 16 profili nella stessa regione.

1999: per Bonifica S.p.a.: Elaborazione dei principi guida per il progetto di Monitoraggio Ambientale, ambito “suoli”, per la tratta della linea TAV Padova – Mestre

1998-2000: per il Comune di Roma, X Ripartizione: Cartografia geo-pedologica delle aree S.D.O. di Roma, in scala 1:10.000

1998-99: per il Comune di Roma, Assessorato all’Ambiente: Revisione della Carta dei Suoli di Roma in scala 1:50.000

1998: per la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Studio Geoarcheologico dell’area del Casale Torlonia (Fiumicino)

1998: per Bonifica S.p.a.; in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Studio Idrogeologico e Geoarcheologico dell’area del Porto di Traiano (Fiumicino)

1996: per l’Universita’ di Amsterdam, Dipartimento di Archeologia Classica: Cartografia geo-pedologica dell’ara di scavo archeologico di Satricum (Anzio), in scala 1:10.000

1995-1999: per l’ERSAL Regione Lombardia: Rilevamento pedologico del lotto “Lodigiano” in scala 1:37.500; in Associazione temporanea di imprese con la GE.PRO.TER soc. coop. a r.l. di Napoli

1995: per l’Universita’ di Roma “La Sapienza”: Cartografia geo-pedologica nell’area dei siti archeologici del “Piano delle Cinque Miglia” (Abruzzo); scala 1:50.000

1994: per la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Cartografia geologica dell’ area “Tenuta Infermeria” (Roma), in scala 1:10.000

1994: per POLIS S.r.l.; in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia, Comune di Roma X Ripart. e l’E.N.E.A.: Cartografia archeo-pedologica della area “Axa-Malafede” (Roma)

1994: per ERMA S.r.l., in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Cartografia geo-pedologica nell’area di scavo archeologica “Via Ostiense Antica” (Acilia, Roma); scala 1:10.000

1994: per Coop. Edil Nuova Tevere, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Cartografia geo-pedologica nell’area di scavo archeologica “Infernetta, lotto G4″ (Roma); scala 1:10.000

1994: per Consorzio Michelangelo, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Roma: Cartografia geo-pedologica nell’area di scavo archeologica “Casale della Perna” (Roma); scala 1:25.000

1993: per Perigeo Studio Tecnico Associato: Studio pedologico e impostazione della scheda pedologica, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Genova

1993: per FIN.LA S.p.a.; in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Cartografia archeo-pedologica della area “Tenuta di Pt. Galeria” (Roma), in scala 1:25.000 ricostruzione delle condizioni pedologiche nell’ epoca romana (superficie sepolta)

1993: per Ecoplanning S.r.l.: Studio pedologico e impostazione della scheda pedologica, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Udine

1992-1993: per Geoter S.r.l.: Studio pedologico con analisi di campioni, finalizzato alla determinazione del grado d’inquinamento dell’ area di Porto Torres (Sardegna)

1992-1993: per COS.MO. ’90 S.r.l.; in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia: Studio geo-pedologica della area “Fiume Morto”

1992: per EUR SERVIZI TERZIARI S.r.l.; in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Ostia, Comune di Roma X Ripart. e l’E.N.E.A.: Cartografia archeo- pedologica dell’ area “Sugherone” (Roma)

1991-1993: per Ecoplanning S.r.l.: Studio pedologico e impostazione della scheda pedologica, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di L’ Aquila

1991-1993: per Ecoplanning S.r.l.: Studio pedologico e impostazione della scheda pedologica, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Napoli

1991: per Soprintendenza ai Beni Archeologici di Roma: Cartografia geologica dell’ area intorno al sito pre-protostorico di “Fidene” (Roma), in scala 1:10.000

1990: per Geoprogram S.a.s.: Descrizione profili, analisi dei campioni e stesura di relazione pedologica integrativa, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Latina

1990: per Geoprogram S.a.s.: Descrizione profili, analisi dei campioni e stesura di relazione pedologica integrativa, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Avellino

1989-96: per il Comune di Roma; in collaborazione con il Comune di Roma X Ripart., l’ Università  “la Sapienza” di Roma e l’E.N.E.A.: Elaborazione della Carta dei Suoli di Roma, in scala 1:50.000, allo scopo di integrare i dati pedologici con quelli delle ricognizioni archeologiche raccolti nel territorio della Soprintendenza di Ostia

1989: per Edafos S.r.l.: Studio pedologico e impostazione della scheda pedologica, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Foggia

1989: per Edafos S.r.l.: Studio pedologico e impostazione della scheda pedologica, in preparazione al Catasto Viticolo della Provincia di Treviso

1988-89: per la Soprintendenza ai Beni Archeologici di Roma: Cartografia Archeo-Pedologica, in scala 1:5.000 e Geologica, in scala 1:10.000, dell’ area intorno al sito del Paleolitico Inferiore di “La Polledrara” (Roma)

1988: per la Missione Archeologica Italiana in Siria: Cartografia Geo-pedologica, in scala 1:10.000, dell’ area intorno al sito storico di “Ebla” (Siria)

1988: per il Comune di Rocca di Papa (prov. di Roma): Determinazione della potenzialita’ forestale di una cava di pozzolana, nell’ ambito della stesura del Piano di Ricupero della Cava

1988: per il Comune di Pittorano sul Gizio (Reg. Abruzzo): Cartografia Agro-pedologica del territorio comunale, in scala 1:10.000, preparativa alla stesura del P.R.G.

1988: per la Soprintendenza ai Beni Archeologici del Lazio: Cartografia Archeo-Pedologica e Geologica, in scala 1:10.000, dell’ area intorno al sito archeologico di “Cures” (Fara Sabina, prov. di Roma); determinazione della potenzialita’ agricola in chiave pre-protostorica

1987-88: per il Museo Pigorini (Roma): Cartografia Archeo-Pedologica e Geologica, in scala 1:5.000, dell’ area del sito pre-protostorico di “Torre Mordillo” (Calabria)

1987: per S.A.F. S.p.a. (Roma): Cartografia dei Suoli, in scala 1:10.000, con “Land Evaluation”, effettuata nell’ ambito del Progetto “Castel di Guido” (Roma)

1987-88: per la Soprintendenza ai Beni Archeologici di Roma: Elaborazione della Carta dei Suoli del Comune di Roma, in scala 1:50.000, allo scopo di integrare i dati pedologici con quelli delle ricognizioni archeologiche raccolti sul territorio della Soprintendenza di Roma

Lavori precedenti

1986: per la Regione Lazio, Assessorato all’ Urbanistica: Cartografia Tematica Urbanistica e Geologica, 1:50.000

1985: per la Regione Lazio, Assessorato all’ Agricoltura e le Foreste: Carta delle Attitudini dei Suoli alla Silvicoltura Economica, provincie di Latina e Viterbo, in scala 1:50.000

1985: per la Provincia di Roma, Assessor. all’ Ambiente: Cartografia delle Emergenze Ambientali del territorio provinciale, in scala 1:50.000; considerazione di elementi geologici, pedologici, idrogeologici ed paesaggistici

1984: per l’Universita’ di Nicaragua: progetto di dotazione di strumenti e materiali per il laboratorio pedologico dell’ Universita’.

1984: per la Regione Lazio, Assessorato all’ Agricoltura e le Foreste: Carta delle Attitudini dei Suoli alla Silvicoltura Economica, provincie di Rieti e Frosinone, in scala 1:50.000

1983-85: per l’Ente Nazionale per le Energie Alternative E.N.E.A.: “Indagine comparativa pedogenetica sul Tardo Quaternario, in relazione ai problemi di sicurezza sismotettonica degli impianti nucleari (Lazio Meridionale)”, con carte pedo-morfogenetiche allegate in scala 1:50.000 e 1:25.000

1983: per i Comune di Silvi (prov. di Teramo): Cartografia Tematica del territorio comunale di Silvi, scala 1:5.000, preparativa alla stesura del P.R.G.

1982-83: per la Provincia di Roma, Assessor. all’ Agricoltura e le Foreste: Cartografia Tematica Agricola, in scala 1:50.000

1982: per la C. M. Monti della Tolfa (prov. di Roma): Cartografia Tematica per la stesura del Piano di Sviluppo Territoriale della C.M. di Tolfa, scala 1:25.000, tra cui: carta dell’ uso agricolo potenziale e carta della propensione al dissesto

1981-1982: per il Comune di Roma, Assessor. all’ agricoltura: Carta dei Suoli, 1:50.000

1980: per il Comune di Genazzano (prov. di Roma): Carta Agro- Pedologica, finalizzata alla Viticoltura, del territorio comunale, in scala 1:10.000.

top

ATTIVITA’ DIDATTICA di Tonnie Huijzendveld (Arnoldus)

          • 2011 – 2013: Al Master in Archeologia Preventivo del Polo Universitario di Grosseto, il modulo Geoarcheologia (24 ore)
          • 2008: Laboratorio all’Università  di Siena per la laurea specialistica sul tema: il paesaggio dei santuari nei M.ti Sabatini (10 ore)
          • 2005 – 2007: Docente a contratto all’Università  degli Studi di Siena, sezione di Grosseto, per il modulo “Archeometria II” (Laurea in Archeologia; 30 ore)
          • 2004 – 2006: Al Master in Archeologia territoriale e gestione informatica dei dati archeologici, Archeologia urbana e medievale del Polo Universitario di Grosseto, il modulo “Geoarcheologia” (75 ore)
          • 2004: Al corso Pianificazione del Paesaggio: progettazione paesaggistica e normativa di riferimento, una lezione sul tema: la cartografia delle unità di terre (Italia Nostra, S.I.G.E.A.; (2 ore).
          • 2003: Al Master in Archeologia territoriale e gestione informatica dei dati archeologici, Archeologia urbana e medievale del Polo Universitario di Grosseto, il modulo “Geoarcheologia” (15 ore)
          • 2002 – 2005: Docente a contratto all’Università  degli Studi “La Sapienza” di Roma per il modulo “Geoarcheologia” (Laurea di Specializzazione in Archeologia)
          • 1997 – 2004: Docente a contratto all’Università  degli Studi di Siena per i moduli “Geoarcheologia” e “Archeologia del Paesaggio” (Laurea in Archeologia e Corso di Diploma Universitario in Operatore dei Beni Culturali)
          • 2001: Al corso per tecnici del Parco Nazionale dei Monti Aurunci, Formia, un giorno sul tema: Il suolo come risorsa; rischio di degrado del suolo dopo l’incendio (8 ore)
          • 1998: Al corso di V.I.A. della S.I.G.E.A. a Bari, una lezione sul tema: Suolo e Sottosuolo (2 ore)
          • 1998: Al corso di formazione per gli operatori delle Aree Protette della Regione Umbria (Città di Castello): Introduzione nella geo-informatica (20 ore)
          • 1997: Al corso di VIA della S.I.G.E.A. una lezione sul tema: Gli indicatori ambientali del Suolo (2 ore)
          • 1995: Al corso di Pedologia all’Università di L’Aquila per studenti di Biologia: lezioni sui temi: il suolo come risorsa; paleosuoli (tot. 4 ore)
          • 1995: Al corso di Geologia e Idrogeologia Urbana organizzato da Cesarch e S.I.G.E.A., lezioni sui temi: rapporto suolo/geologia/archeologia; sviluppo delle rete idrografica di Roma (tot 6 ore)
          • 1994-96: Al Corso di Geologia Ambientale della S.I.G.E.A. e Societa’ Geografica Italiana; tema: il suolo come risorsa (tot. 12 ore)
          • 1994: Corso di Pedologia per l’E.R.S.A. Regione Abbruzo; tema: il rilevamento pedologico (tot. 6 ore)
          • 1994: Corso di Pedologia per la GEOPROGRAM a Siena; tema: la risorsa suolo (tot 6 ore)
          • 1992-4: Al Corso di Geologia Ambientale della S.I.G.E.A., temi: pedologia; informatica territoriale (tot. 16 ore)
          • 1992-3: Ai Seminari COMETT II a Lisbona, Roma e Bologna; temi: La risorsa Suolo; Informatica Territoriale (tot. 12 ore)
          • 1990-94: Ai Corsi per il Centro Formativo IAL, Regione Lazio, temi: pedologia; informatica territoriale (tot. 40 ore)
          • 1987-93: Vari corsi di pedologia per gli archeologici coinvolti nelle ricognizioni, per le Soprintendenze Archeologiche di Roma e Ostia (tot. 40 ore)
          • 1986: Corso di pedologia per gli studenti di geologia all’Università  di Cosenza (tot. 12 ore).

top